La stanchezza di tutte le ipotesi

Se a volte urlo la rabbia poi dimentico e mi perdo nei mondi dentro agli occhi dei miei gatti.

Sono una lastra fotografica impressionabile all’infinito. Ogni dettaglio si stampa mostruosamente dentro di me in un tutto.

Fernando Pessoa, Il libro dell’inquietudine  (via buiosole)

(via rettabaleno)

Di notte, quando non si dorme, le preoccupazioni si moltiplicano, crescono, si amplificano; man mano che le ore passano l’indomani si oscura, il peggio raggiunge l’evidenza, più nulla sembra possibile e superabile, più niente sembra tranquillo. L’insonnia è il volto oscuro dell’immaginazione. Conosco queste ore nere e segrete. Al mattino ti svegli intorpidita, gli scenari catastrofici sono diventati stravaganti, la giornata ne cancellerà il ricordo, ti alzi, ti lavi e ti dici che te la caverai. Qualche volta, però, la notte mette le carte in tavola, qualche volta la notte rivela la sola verità: il tempo passa e le cose non saranno più come prima.

Delphine de Vigan - Gli effetti secondari dei sogni (via mariofiorerosso)

(via allblackever)

[Man]tenersi.

[Man]tenersi.

(via giorniriciclati)

ilmondodipessimo:

“Credo di non avere mai perso un’occasione di essere triste.”

Emil Cioran

(via solofumo)

Portami al mare.

Portami al mare.

T.S. Eliot a Londra nel 1958, Larry Burrows.
T.S. Eliot a Londra nel 1958, Larry Burrows.

(via consquisiteparole)

Un soggetto normale è essenzialmente uno che si mette nella posizione di non prendere sul serio la maggior parte del proprio discorso interiore.

Jacques Lacan (via sentenze)

(via insalatadiparole)